Blog

Magazine

Scabbia: prevenzione naturale in tutte le comunità

Scabbia: prevenzione naturale in tutte le comunità

La scabbia è una malattia infettiva contagiosa, causata da un acaro (Sarcoptes scabiei) che è in grado di vivere e di riprodursi solo su ospiti a sangue caldo: uomo e animali.
Può colpire persone di ogni ceto sociale, indipendentemente dall’igiene personale e non fa distinzioni di età o sesso, è endemica in molti paesi sviluppati e, al contrario di quanti molti pensano, è più frequente d’inverno (temperature più basse e umidità prolungano infatti la sopravvivenza dell’acaro lontano dall’ospite).

Nell’ ultimo decennio in Italia e nel nostro territorio si è riscontrato un progressivo incremento dei casi, anche grazie all’accresciuta attenzione dei medici, che permette di identificare casi che un tempo sarebbero passati inosservati.

Ogni caso o sospetto di scabbia va comunicato tempestivamente (secondo le indicazioni del Decreto Ministeriale del 15 dicembre 1990, la segnalazione da parte del medico deve essere fatta entro 24 ore, per il tramite della Direzione Sanitaria, all’ASP di appartenenza) e prevede l’attivazione di una profilassi specifica e l’adozione di misure precauzionali anti-contagio (isolamento del caso indice, utilizzo di DPI specifici, somministrazione di trattamenti e farmaci, etc.).

Sempre più spesso però le epidemie in ospedali e case di cura sono causate da casi di scabbia non diagnosticata precocemente. Questo a causa della somiglianza con altre malattie cutanee pruriginose oppure perché il periodo di incubazione dalla contaminazione alla comparsa dei sintomi, che normalmente varia da 2 a 6 settimane, nelle persone anziane può essere sensibilmente maggiore e portare ad una errata valutazione.

Per una prevenzione efficace e un ridimensionamento del fenomeno consigliamo l’adozione di una METODICA che definiamo “IN ENTRATA”, che dovrebbe essere uno standard in tutte le comunità.

Ogni qualvolta viene accolto un nuovo residente o paziente è consigliabile, per la prima settimana, provvedere all’igiene con un prodotto preventivo specifico.

Ci riferiamo in particolare a BIODERM®S consigliato per l’igiene di tutto il corpo in tutti i casi di prevenzione anti-acaro, poiché contiene Zolfo Colloidale, che svolge una marcata azione antiparassitaria.

L’uso di detergenti allo Zolfo è sicuro anche per le donne in gravidanza e per i bambini, ma tende a disidratare la cute e pertanto consigliamo di utilizzare dopo ogni lavaggio una emulsione idratante, come ad esempio BIODERM®total gen, a base di Olio di Melaleuca e dell’Estratto di Timo Rosso, che assicurano anche una marcata attività antimicotica e antibatterica.

Per ulteriori informazioni sulla METODICA IN ENTRATA BIODERM chiamaci al numero 02.356.44.26 o scrivi a vendite@farmoderm.it

Testimonianze

“I vostri prodotti sono eccezionali, lo dico veramente, a mio padre è passato un eritema che aveva da anni sul braccio! Grazie di Cuore!”

Gianluca R.

“Assolutamente sì! Anzi, ti dirò, perfino meglio, la pelle rimane morbida e ben idratata. Sono molto soddisfatta, tanto che lo uso anche come detergente intimo! ☺

Federica M.
Federica M.

“Ottimo prodotto! Lo uso da pochissimo, e già ha contribuito, ad esempio, a diminuire di molto il prurito locale! Credo che non ne farò più a meno ?

Eriola G.

“Ottimo prodotto! il prezzo è molto accessibile.”

Mary

Dermodetergente per la perfetta e naturale igiene dello stoma