Blog

Non categorizzato

Breve guida alla vita con una stomia. I nostri consigli per il supporto e la gestione quotidiana.

Breve guida alla vita con una stomia. I nostri consigli per il supporto e la gestione quotidiana.

Vivere con una stomia rappresenta un cambiamento importante nella quotidianità di una persona, portando con sé sfide impegnative sia sul piano fisico che emotivo.
La gestione efficace della stomia è fondamentale non solo per mantenere la salute e prevenire complicazioni, ma anche per garantire la possibilità di continuare a vivere una vita piena e con limitazioni minime.

È comprensibile che inizialmente ci si possa sentire scoraggiati di fronte a queste nuove incognite e nuove problematiche.
Sicuramente la stomia presenta una situazione con evidenti complessità, ma con le giuste informazioni e un buon supporto è possibile ritrovare i propri spazi di quotidianità, creandosi una nuova serenità.

Che stiate cercando informazioni per voi stessi o un vostro caro, questa breve guida è a vostra disposizione per fornirvi un compendio esaustivo di consigli e strategie per assistere i portatori di stomia e i loro caregivers nella vita quotidiana.
Dall’igiene personale alla dieta, dall’attività fisica ai viaggi, e dal sostegno emotivo alla gestione di situazioni sociali, il nostro obiettivo è offrire la nostra esperienza per migliorare la vostra qualità della vita, per riportare autonomia e il senso di normalità.

Ecco i nostri consigli:


Partiamo dalle basi: cos’è una stomia?

Una stomia è una procedura chirurgica che crea un’apertura (stoma) dall’interno del corpo verso l’esterno, per consentire l’eliminazione dei rifiuti corporei quando il sistema naturale non può funzionare normalmente a causa di malattia, infortunio o altro.
Questa apertura può essere collegata all’apparato digerente o urinario, permettendo così la deviazione di urine o feci in una sacca esterna raccolta.

Esistono diverse tipologie di stomia, ognuna delle quali si riferisce a parti specifiche del corpo:

  1. Colostomia
    Questo intervento è realizzato quando parti dell’intestino crasso (colon) devono essere bypassate dal passaggio delle feci, liquide e solide, e dei gas. A seconda della parte di intestino crasso interessato può assumere differenti denominazioni (sull’ascendente, sul trasverso, sul discendente, cecostomia e sigmoidostomia). Nel caso in cui il colon venga sezionato e venga abboccato alla parete addominale è detta terminale. Quando il colon non è invece completamente sezionato, ma soltanto portato fuori dalla parete addominale, è detta laterale. È sia temporanea che permanente.
  2. Ileostomia
    Si realizza quando l’intero colon (intestino crasso) debba essere evitato, intervenendo nell’ileo, la parte finale dell’intestino tenue. Richiede particolari precauzioni per la cute perché il materiale che ne esce è particolarmente aggressivo per gli enzimi digestivi contenuti. Anche questo tipo di stomia può essere sia temporanea che permanente.
  3. Urostomia o Stomia Urinaria
    Questa procedura devia l’urina dal sistema urinario normale a una sacca esterna attraverso una parte dell’intestino, nella maggior parte dei casi con l’intestino tenue, ma a volte anche con il crasso. È generalmente permanente.

Ciascuna di queste procedure ha le proprie specifiche procedure di gestione, ma ognuna di esse è quotidianamente gestibile in autonomia con l’adeguata formazione, attenzione e supporto sanitario, garantendo una buona qualità di vita.

Gestione quotidiana della Stomia

La gestione quotidiana della stomia richiede adeguate attenzioni per assicurare innanzitutto l’igiene, ma anche il comfort è una componente fondamentale da non trascurare.
Ecco alcuni attenzioni importanti per la routine quotidiana:

Igiene e pulizia

  • Pulizia dello Stoma
    L’area dello stoma va mantenuta pulita e asciutta, usando acqua tiepida e sapone neutro per la pulizia, evitando prodotti contenenti alcool, oli o profumi che potrebbero irritare la pelle.
    Asciuga delicatamente con un asciugamano morbido o una garza.


    10 Passaggi per una perfetta igiene della cute peristomale

    Leggi questo Nostro articolo con 10 consigli per farlo al meglio:
    10 Passaggi per una perfetta igiene della cute peristomale

  • Frequenza del cambio della sacca e manutenzione
    La frequenza del cambio dipende molto dal tipo di stomia e dalle tue attività quotidiane, ma generalmente si consiglia di sostituire la sacca ogni 2-3 giorni o perlomeno quando è per un terzo piena, così da per evitare pesi eccessivi che potrebbero causare distacchi o perdite.
  • Controllo delle perdite
    Verifica regolarmente, ma senza compulsività, che il sistema di chiusura sia sicuro e che non ci siano perdite intorno allo stoma o ai bordi della sacca, creando una routine a te più congeniale.
    Questo ti garantirà di mantenere la serenità ed evitare irritazioni o fuoriuscite accidentali.
  • Bagno e doccia con la stomia
    Tra le prime incognite che lo stomizzato deve affrontare è capire come cambierà e dovrà affrontare un gesto normale e frequente come il bagno o la doccia.
    Sicuramente si andrà incontro a nuove complicazioni in più rispetto al passato, ma è un’attività gestibile che si affronta adottando alcune attenzioni particolari, senza che le difficoltà stravolgono le proprie routine di igiene personale.


    Fare la doccia con o senza sacca per stomia?

    Abbiamo dedicato per voi un articolo sul tema che potete trovare qua:
    Stomia: doccia con o senza il sistema di raccolta?

Irrigazione colostomia

Un’altra delle preoccupazioni che si debbono affrontare, se non la principale, sono le evacuazioni e la paura dei cattivi odori, e la mancanza di controllo che queste possono comportare.
C’è però una soluzione per spegnere anche queste preoccupazioni: l’irrigazione della colostomia.
Anche su questo tema abbiamo dedicato un articolo molto dettagliato, in cui potrai trovare tutte le informazioni utili.Trovate qua l’articolo: Irrigazione colostomia: per evacuazioni intestinali regolari

irrigazione colostomia

 

Utilizzo dei prodotti adeguati

Possiamo suddividere i prodotti per la gestione quotidiana in due grandi categorie.

  1. Sacche per la stomia
    Esistono sacche diverse per i tipi di stomia e, tra queste, ulteriori tipi di sacche e sistemi realizzati per adattarsi al meglio alle varie esigenze di vita e di comfort.
    Il personale sanitario specializzato in stomaterapia saprà darti i giusti consigli per le scelta in base alle tue esigenze.
  2. Protezione della pelle
    La pelle necessità un’attenzione particolare, così da prevenire irritazioni e lesioni che si possono causare dal contatto prolungato con la sacca o da fuoriuscite accidentali.

Scopri i nostri prodotti dedicati all’igiene dello stoma

Supporto e risorse

Non esitare a cercare supporto da professionisti sanitari e gruppi di supporto per caregivers e portatori di stomia. Condividere esperienze e consigli può essere molto utile per affrontare le sfide quotidiane.
Di questo ne parleremo dettagliatamente più avanti nella nostra guida.

Alimentazione e Dieta

L’alimentazione e la dieta giocano un ruolo non trascurabile nella gestione della stomia, influenzando profondamente il funzionamento.
Oltre che importante, è fondamentale seguire linee guida nutrizionali specifiche per assicurare che la dieta minimizzi eventuali complicazioni.

Quali sono i cibi consigliati

  • Alimenti a basso residuo
    Alimenti che lasciano meno residui, come riso bianco, pasta, pane bianco, e carne magra, possono ridurre il rischio di blocco dello stoma.
  • Frutta e verdura ben cotte
    Frutta e verdura cotte sono più facili da digerire e per questo vanno preferite. Evitate la pelle della frutta e della verdura per ridurre il rischio di occlusione.
  • Proteine
    Assicuratevi sempre di includere una buona quantità di proteine nella tua dieta per favorire la guarigione e la manutenzione dei tessuti, scegliendo fonti come pollo, tacchino, pesce, uova e certi tipi di legumi.

Quali cibi sono da evitare o limitare

  • Alimenti che producono gas
    Questi alimenti che aumentano la produzione di gas, causano già disagio nelle persone che non hanno subito l’intervento, la problematica si accentua per gli stomizzati.
    Pertanto vanno evitati cavoli, broccoli, cipolle, fagioli e bevande gassate.
  • Alimenti che possono causare occlusioni
    Gli alimenti difficili da digerire, come funghi, mais, noci, e semi, possono aumentare il rischio di blocco dello stoma e le notevoli complicazioni che questo comporta. Evitateli!
  • Alimenti e bevande che favoriscono la disidratazione
    Caffè, tè, e alcol possono aumentare la produzione di urina e portare a una disidratazione, soprattutto per chi ha una ileostomia.
    Anche questi andrebbero evitati!

Cibi e bevande: nota bene!

  • Idratazione
    Mantieni un’adeguata idratazione bevendo abbondante acqua durante il giorno, soprattutto se vivi in un clima caldo o sei attivo fisicamente.
    Questo faciliterà le evacuazioni.
  • Monitoraggio
    Tieni traccia della tua risposta agli alimenti introducendo uno alla volta nella tua dieta e annotando eventuali effetti sulla tua stomia o sul tuo benessere generale, escludendo quelli più problematici e creando una routine per quelli in grado di favorire la gestione delle evacuazioni.
  • Consulenza nutrizionale
    Considera di consultare un dietista o un nutrizionista specializzato nella gestione della stomia, così da sviluppare un piano alimentare che soddisfi le tue esigenze nutrizionali e di salute e compatibile con la tua routine.

Vuoi saperne di più su dieta e stomia?

Se vuoi saperne di più su dieta e stomia ti consigliamo i nostri articoli di approfondimento per l’Ileostomia e la colostomia:

Attività fisica e sport

Mantenere uno stile di vita attivo è fondamentale per chiunque, compresi i portatori di stomia. L’attività fisica regolare aiuta a migliorare il tono muscolare e la flessibilità, ma anche l’umore e la salute generale. Tuttavia, è importante scegliere esercizi adatti e prendere precauzioni per evitare complicazioni.

Ecco alcuni suggerimenti per rimanere attivi in modo sicuro:

Prima di iniziare l’attività sportiva

  • Chiedi al tuo medico
    Prima di iniziare qualsiasi programma di esercizi, è essenziale consultare il medico o un terapista specializzato.
    Saranno in grado di fornire consigli personalizzati in base alla tua condizione fisica specifica e al tipo di stomia.
  • Ascolta il tuo corpo
    L’attività va iniziata lentamente, aumentando gradualmente l’intensità, così da prestare attenzione a come reagisce il tuo corpo e interrompere tempestivamente se provi dolore o disagio.

Esercizi consigliati per i portatori di stomia

Vi presentiamo qui alcune attività che sappiamo possano fare il caso di chi sia stomizzato.

  • Camminata
    La camminata è un ottimo punto di partenza per chiunque prenda confidenza con l’attività fisica, inclusi i portatori di stomia.
    È un esercizio a basso impatto che può essere facilmente adattato ai tempi e agli spazi di disponibili.
  • Nuoto
    Il nuoto e l’acquagym, non agonistici, sono attività eccellenti perché l’acqua sostiene il corpo, riducendo lo stress sullo stoma.
    Assicurati solo di utilizzare un copri-stoma, impermeabile se necessario.
  • Ciclismo
    Andare in bicicletta, sia all’aperto che su una cyclette, può essere un’ottima scelta, purché ti senta comodo e la pressione sulla zona dello stoma sia minima.
  • Esercizi di stretching e yoga
    Queste attività possono aiutare a migliorare la flessibilità, ridurre lo stress e rafforzare i muscoli senza mettere troppa pressione sulla zona dello stoma.
  • Esercizi in casa
    In casa è possibile svolgere alcuni semplici esercizi che vi possono aiutare a mantenere la forma e gestire la stomia.


    title image i migliori 12 esercizi

    Qui trovate l’articolo apposito che abbiamo realizzato:
    Stomia: i migliori 12 esercizi da fare in casa

Consigli per evitare complicazioni

  • Supporto per lo stoma
    Considera l’uso di una fascia o di un supporto per stomia durante l’attività fisica per proteggere l’area e mantenere la sacca al suo posto.
  • Evitare attività a sport ad alto impatto
    Sport di contatto o attività che comportano movimenti bruschi o pressione diretta sull’area dello stoma dovrebbero essere evitati, a meno che non siano stati esplicitamente approvati dal tuo medico.
  • Idratazione
    Come già consigliato, specialmente durante l’attività fisica, assicurati di bere abbondante acqua prima, durante e dopo l’esercizio, specialmente se hai una ileostomia, poiché si è più suscettibili alla disidratazione.

Ricordatevi infine che l’obiettivo principale è mantenere uno stile di vita attivo e sano. Adattare l’attività fisica alle tue esigenze personali e alle raccomandazioni mediche VI aiuterà a godere dei benefici dell’esercizio fisico in sicurezza e nella convivenza con la stomia.

Viaggiare con una stomia

Viaggiare con una stomia può essere impegnativo, ma con una pianificazione adeguata e alcuni accorgimenti, non sarà necessario rinunciare alle proprie avventure, godendosi il viaggio con tranquillità.
Ecco alcuni consigli pratici per viaggiare in aereo e per preparare un kit di emergenza che vi aiuteranno a vivere con serenità le esperienze di viaggio.

Prima di partire stampa la nostra tessera!

Prima dei consigli vi proponiamo però questo strumento utile per semplificarvi la vita ai controlli:

Tessera per stomia da mostrare ai controlli di sicurezza [16 lingue]

Leggi l’articolo e scarica la tessera o il documento, non dovrai passare più il tempo a improvvisarti “interprete medico” ai controlli di sicurezza, la tessera sarà chiara e esaustiva per tutti coloro a cui la presenterai.

Viaggiare in Aereo

Sicuramente il viaggio in aereo è quello che presenta le maggiori complicazioni, non solo per gli stomizzati. Quindi, prima di imbarcarvi, segui queste attenzione e il tuo volo sarà molto più facile:

  • Informa la compagnia aerea
    Se possibile, informa la compagnia aerea della tua stomia in anticipo. Alcune compagnie possono offrire assistenza speciale o consigli utili per rendere il tuo viaggio più confortevole.
  • Prenota un posto vicino al bagno
    Quando prenotate il vostro volo, cercate di ottenere un posto vicino al bagno per facilitare l’accesso durante il volo.
  • Passa i controlli di sicurezza
    Porta con te una lettera il tuo certificato ufficiale che attesti la stomia e la tessera che vi abbiamo proposto.
    Questo può aiutare a facilitare la discussione con il personale di sicurezza negli aeroporti e il passaggio dei controlli.
  • Vesti comodamente
    Indossa abiti comodi e larghi che non esercitino pressione sull’area dello stoma. Considera anche l’uso di una fascia per stomia per ulteriore supporto.

Vi consigliamo inoltre i nostri approfondimenti per il viaggio in aereo che trovi a questo articolo:
Viaggiare in aereo con una stomia: consigli pratici

Kit di emergenza per la stomia, in viaggio e non solo!

Il tuo kit di emergenza vi aiuterà a viaggiare più sereno, sapendo di avere tutto l’essenziale per gestire gli imprevisti.
Ecco cosa includere:

  • Forniture extra
    Porta con te il doppio delle forniture di stomia che pensi di aver bisogno per il viaggio: sacchetti, piastre di base, prodotti per la pulizia e la protezione della pelle, e fascette o clip di chiusura. In caso di imprevisti non dovrai improvvisarti alla ricerca rocambolesca di forniture.
  • Cambi di abbigliamento
    Includi un cambio di abiti addizionale, oltre a quello che hai già preventivato, nel caso in cui tu debba sostituire la sacca in situazioni accidentali.
  • Sacchetti per lo smaltimento
    Porta sempre con te dei sacchetti per lo smaltimento, questo ti consentirà di gestire i cambi in modo discreto e igienico.
  • Salviette umidificate e gel igienizzante
    Questo vi permetterà una pulizia ideale delle mani e dell’area dello stoma quando l’accesso all’acqua o a spazi idonei è limitato.
  • Documentazione medica
    Porta con te documentazione relativa alla tua condizione, inclusa una lettera dal tuo medico, che può essere utile in caso di emergenza.
  • Sempre nel bagaglio a mano!
    Ricordatevi di tenere il vostro kit di emergenza nel bagaglio a mano, onde evitare che arrivi troppo tardi quando ne vari necessità o prenda sfortunatamente un’altra destinazione.
    Questo vi permetterà di averlo sempre a disposizione.


    Crea il Tuo Kit Da Viaggio alla Moda Per Ogni EmergenzaNon potevamo farvi mancare anche in questo caso un articolo dedicato, approfondito ed esauriente. Lo trovate qua:
    Crea il tuo kit da viaggio per stomia per qualsiasi emergenza

Vita sociale e incontri

Vivere le relazioni sociali e romantiche con una stomia può richiedere un cambio delle proprie abitudini e una comunicazione aperta, senza per questo dover rinunciare a questa importante parte della propria vita.

Questi sono i consigli che abbiamo raccolto nella nostra esperienza per mantenere e coltivare relazioni solide e appaganti.

Abbiate fiducia in voi stessi

  • Autostima
    La fiducia e la valorizzazione in se stessi è fondamentale, rappresenta l’elemento su cui potrete ricostruire le vostre nuove routine e la vostra serenità.
    Ricordate sempre comunque che la stomia non definisce chi siete come persona o come partner.
  • Essere pronti, essere sicuri
    Sentirsi preparati aumenta notevolmente la propria sicurezza, avendo confidenza nella propria capacità di risposta. Per quanto nei primi tempi potrà sembrare difficile superare difficoltà e imbarazzi, abbiate fiducia nella vostra capacità di usare i consigli e l’esperienza per essere pronti a ogni situazione.

Comunicazione serena e aperta

  • Dialogo onesto
    La comunicazione è essenziale in qualsiasi relazione, lo è ancor di più per chi convive con la stomia e con le persone che si frequentano.
    Essere aperti riguardo alla tua stomia, specialmente con un potenziale partner, aiuta a costruire comprensione e accoglienza fondamentale per ogni relazione romantica, nonché capire con la genuinità della persona che state frequentando
  • Tempismo
    Il tempismo è importante nella scelta del momento in cui parlare della tua stomia. Non esiste un momento perfetto o scientificamente stabilibile, sicuramente eludere l’argomento indefinitamente non è una strategia vincente. Affrontate l’argomento preferibilmente quando vi sentite a vostro agio, o cercate voi stessa di creare la situazione ideale, quando la relazione ha iniziato a svilupparsi.

Incontri e socializzazione

  • Luoghi confortevoli
    Scegliete ambienti in cui vi sentite a tuo agio per i primi appuntamenti, senza aver timore di declinare proposte in caso i luoghi scelti possano creare ansia.
    Meglio ancora una location che conosci bene e dove hai facile accesso ai servizi igienici se necessario.
    Il tempo vi darà fiducia e confidenza con le persone che frequentate per non rinunciare anche a scegliere anche ambienti di gestione più complessa
  • Attività condivise
    Concentratevi su interessi e attività che possiate godere insieme, così da costruire una relazione che non sia condizionata della tua condizione, ma che si possa sviluppare a partire da quello che vi fa stare bene insieme.

Intimità serena e appagante

  • Sperimentare e comunicare
    Più che gli altri aspetti della vita, l’intimità dello stomizzato richiede di cercare senza alcuna preoccupazione e reclusione nuove modalità di interazione, per trovare le modalità che concilino piacere, serenità e comodità.
    Curate innanzitutto la comunicazione aperta e sincera con il Vostro partner, il senso di accoglienza e complicità, e la stomia non sarà più limite per trovare ciò che funziona meglio per entrambi
  • Prodotti di supporto
    La tecnica viene in vostro aiuto in questo campo, con prodotti specifici che permettono la gestione la stomia durante i momenti intimi, come cinture o coperture per stomia, che aumentano la tua sicurezza e il comfort.


    titolo immagine due maniPer maggiori dettagli e consigli potete approfondire nell’articolo che abbiamo dedicato all’argomento:
    Stomia & Sessualità: 10+ consigli per un’intimità senza timore

Supporto esterno

  • Cerca supporto tra pari
    Confrontarsi con altre persone che vivono con una stomia, specialmente nei gruppi di aiuto strutturati, che vedremo nel dettaglio in seguito, può offrire prospettive preziose e inaspettate su come gestire le relazioni sociali e romantiche.
  • Consulenza professionale
    Se la gestione della tua vita sociale o romantica diventa particolarmente difficile, non abbiate timore ad avvalervi con un terapista che può offrire strategie e supporto. Convivere con una stomia è un percorso complesso e spesso può richiedere un aiuto speciale per ridare la meritata serenità.

Supporto, ascolto e confronto

I gruppi di supporto online e i forum sui social media sono risorse preziose per le persone che vivono con una stomia, offrendo un luogo per condividere esperienze, consigli e ottenere supporto da chi si trova in situazioni simili.

Le piattaforme social ospitano numerose comunità dedicate, dove i membri possono trovare un ambiente accogliente e comprensivo per discutere delle loro sfide e successi.

Oltre ai gruppi sui social media, esistono anche molti blog e siti web che forniscono informazioni utili, consigli pratici e storie personali relative alla vita con una stomia.

Prestate però sempre molta attenzione ad affidarvi a realtà del web che facciano capo a realtà solide e autorevoli, riconosciute dalle autorità sanitarie come affidabili e legittime.

Un esempio significativo è il nostro blog di Farmoderm, che offre moltissimi contenuti approfonditi.
Il nostro blog offre un approfondimento ad ogni argomento che trovate in questa breve guida, dalla gestione quotidiana ai consigli sull’alimentazione e l’attività fisica, fino a temi più specifici come viaggiare, socializzare e mantenere relazioni mentre si vive con una stomia. Potete accedere al nostro blog da questo link:

Il blog di Farmoderm sulla Stomia

Potrete inoltre trovare consigli sui migliori prodotti, reperibili nel nostro negozio online:

FARMODERM.SHOP – IGENE DELLO STOMA

Proprio per quanto riguarda la disponibilità di contenuti sul Nostro blog, qui trovate il Nostro articolo sui gruppi di sostegno

Gruppi di sostegno per stomizzati: panoramica completa

Cura delle bambine e dei bambini con stomia

Prendersi cura di un bambino con stomia richiede una comprensione profonda e un approccio amorevole, poiché tocca molti aspetti della vita quotidiana del piccolo e della sua famiglia.

Questo viaggio inizia con l’educazione e l’accettazione della condizione, procedendo attraverso la gestione pratica e quotidiana, fino ad abbracciare pienamente il supporto emotivo e psicologico necessario.

La prima fase nel prendersi cura di un bambino con stomia implica spesso un processo di apprendimento per i genitori tanto quanto per il bambino.

È fondamentale acquisire conoscenze sulla corretta manutenzione e pulizia dello stoma, nonché sulle migliori pratiche per garantire che il bambino rimanga comodo e libero di esplorare il mondo come farebbe qualsiasi altro bambino della sua età.

Questo apprendimento non si limita solo agli aspetti fisici, ma include anche la comprensione di come la dieta influenzi la stomia e quali alimenti siano più adatti per evitare complicazioni.

Parallelamente, la vita con una stomia porta con sé la sfida di integrare questa nuova realtà nella vita quotidiana del bambino, facendo sì che si senta accettato e sopportato.

I genitori giocano un ruolo cruciale nell’insegnare al bambino a percepire la stomia non come un limite, ma come una parte di sé che non definisce chi sia.
Questo passaggio richiede sensibilità e comunicazione aperta e sincera, dove le domande del bambino vengono accolte con risposte chiare e incoraggianti.

La vita sociale e la partecipazione a attività con coetanei sono elementi vitali per lo sviluppo del bambino. Come già accennato, i genitori possono svolgere un ruolo proattivo nel garantire che il bambino non si senta escluso o diverso. Questo può includere un confronto con gli insegnanti e compagni di scuola e, in generale, tutte le figure educative o di socializzazione importanti nella vita del bambino, così da promuovere un ambiente inclusivo e comprensivo.

Consigliamo in particolare di costruire al meglio il rapporto con la scuola, dove il bambino spende molto del suo tempo, in uno spirito di collaborazione e supporto reciproco, informandosi su tutte le risorse che possono essere messe in atto per migliorare la qualità della vita scolastica del bambino e della classe in cui sarà inserito e delle rispettive insegnanti.

L’aspetto emotivo della cura di un bambino con stomia non può essere di solo appannaggio della famiglia, che può anche rischiare di sentirsi sola o gravata oltre le proprie risorse, calando in stati ansiolitici e iperprotettivi.

Cercare gruppi di sostegno e risorse online può fornire ulteriori strati di comprensione e comunità.
Questi spazi offrono ai genitori e ai bambini l’opportunità di condividere le esperienze e le strategie per affrontare sfide simili, creando un senso di normalità e appartenenza.
Inoltre una costante guida da parte di professionisti è garanzia di assicurare al bambino uno strumento efficace nei momenti di difficoltà e per strutturare la propria persona pienamente, senza che la stomia rappresenti una zavorra.

Infine, prepararsi per imprevisti è una parte essenziale della cura. Avere un kit di emergenza per la stomia, che comprenda forniture extra e altri essenziali, offre tranquillità quando si è fuori casa.
Questo permette al bambino di partecipare a gite, feste di compleanno e vacanze con minori preoccupazioni.

Madre che tiene in braccio la sua bambina

Vi lasciamo al nostro articolo di approfondimento con i nostri 12 consigli:
12 consigli utili per la cura della stomia del tuo bambino

Soluzioni ai problemi più comuni

Convivere con una stomia o esserne un caregiver comporta la gestione di diverse sfide quotidiane, molte delle quali possono essere superate con le strategie appropriate, come abbiamo visto precedentemente.
Vi presentiamo ora alcuni dei problemi comuni che i caregivers possono incontrare, accompagnati da soluzioni pratiche per affrontarli.

Irritazione e alterazioni cutanee

Problema

La pelle intorno allo stoma può diventare irritata o danneggiata a causa del contatto prolungato con le feci, l’urina o l’adesivo della sacca.

Soluzione

Mantenere l’area pulita e asciutta è essenziale. Utilizzare prodotti specifici per la cura della pelle peristomale, come barriere cutanee o creme protettive, può aiutare a prevenire l’irritazione.
Se l’irritazione persiste, consultare un infermiere specializzato in stomaterapia per una valutazione.


Stomia: come riconoscere e curare le alterazioni cutanee title picture

Qui trovate il nostro articolo approfondito sul tema:
Stomia: come riconoscere e curare le alterazioni cutanee

Prolasso della Stomia

Problema

Il prolasso si verifica quando parte dell’intestino sporge oltre il livello della pelle più del normale.

Soluzione

In caso di prolasso lieve, può essere utile indossare una cintura di supporto per stomia.
Tuttavia, se il prolasso è significativo o causa disagio, è importante consultare un medico per discutere le opzioni di trattamento.


come gestire un prolasso della stomia title image

Approfondimenti li trovate in questo nostro articolo:
Come gestire un prolasso della stomia ed evitare che ricapiti

Blocco Intestinale

Problema

Un blocco intestinale può verificarsi a causa dell’ingestione di cibi difficili da digerire o di una stretta intorno allo stoma.

Soluzione

Prevenire i blocchi è possibile evitando cibi problematici e masticando bene gli alimenti.
Se si sospetta un blocco, è cruciale cercare assistenza medica immediata.


Donna italiana che si tiene il ventre dolorante come segno di blocco dello stoma

Non poteva mancare anche in questo caso nostro articolo:

Problemi di Adesione della Sacca

Problema

La sacca di stomia può staccarsi o perdere adesione, causando potenziali fuoriuscite.

Soluzione

Assicurarsi che la pelle sia completamente asciutta prima di applicare la sacca e utilizzare prodotti di fissaggio come anelli sigillanti o strisce adesive per migliorare la tenuta. Se il problema persiste, potrebbe essere necessario rivedere il tipo o la marca della sacca utilizzata.


Ragazza frustrata a causa delle continue perdite sotto la placca

Ecco l’articolo di approfondimento:
Stomia: 20 consigli comprovati per evitare le perdite

Collabimento

Problema

Il collabimento si verifica quando, a causa dell’effetto sottovuoto, la sacca si appiattisce e le feci che fuoriescono dallo stoma si accumulano nella parte superiore della sacca. Successivamente, quando esce altro materiale fecale, non essendoci altro posto dove andare, gli effluenti iniziano a creare una certa pressione contro la barriera adesiva, causando perdite e irritazioni cutanee.

Soluzione

La soluzione al problema del collabimento della stomia include l’utilizzo di prodotti specifici come supporti e cerotti per aumentare l’aderenza della sacca e l’adozione di corrette pratiche quotidiane e piccole trucchi per mantenere efficiente la sacca e l’adesione della stessa.


Ragazza sofferente a causa del collabimento - stomia

Qui trovate alcuni pratici consigli che abbiamo raccolto voi:
Stomia: 10 consigli degli esperti per evitare il collabimento

Svuotare la sacca

Abbiamo già affrontato il tema in Igiene e Pulizia per la Gestione Quotidiana della Stomia, vediamola però ora nel dettaglio il problema.

Problema

Svuotare efficacemente la sacca richiede una certa praticità per gestire al meglio l’igiene, bisogna inoltre affrontare le difficoltà di farlo con discrezione ed efficacia quando deve essere fatto in ambienti pubblici, fuori casa.

Soluzione

Avere pronti all’uso di prodotti specifici, come salviette disinfettanti, sacchetti con chiusura ermetica e un piccolo specchio, specialmente fuori casa. Disporre gli spazi giusti nel proprio bagno o utilizzare fuori casa quelli spaziosi, come quelli per disabili, aiutano ad eseguire le procedure necessarie e garantiscono comfort e privacy.


Come Svuotare Un Sistema Di Raccolta Per Stomia

Sono a vostra disposizione due nostri articoli, in base al contesto in cui vi troviate:

  1. Consigli e metodi efficaci per svuotare la sacca per stomia
  2. 11 consigli per svuotare la tua sacca per stomia fuori casa

Gestione dell’Odore

Problema

La gestione degli odori dovute alle eventuali perdite di gas ed evacuazione è una preoccupazione comune per i portatori di stomia e i loro caregivers.
Si associano principalmente ai problemi che abbiamo riportato precedentemente.

Soluzione

Utilizzare sacche con filtri di carbonio può aiutare a neutralizzare gli odori.
Inoltre, esistono deodoranti specifici per stomia che possono essere aggiunti alla sacca.
Mantenere una dieta equilibrata e bere molta acqua può anche contribuire a ridurre gli odori.

Supporto emotivo

Problema

Affrontare una stomia può essere emotivamente impegnativo, sia per il portatore sia per il caregiver.
Le difficoltà da affrontare, le paure legate alle possibili complicazioni, sia dal punto di vista sanitario che sociale, sono ordinarie e comprensibili.
Spesso superarle richiedono energie mentali che possono venire meno, facendo scendere il portatore di stomia e le persone vicine in uno stato di frustrazione, ansia e negatività.

Soluzione

Cercare il supporto di gruppi di sostegno, sia online che di persona, può offrire conforto e consigli pratici.
Non esitare a cercare l’aiuto di un professionista della salute mentale se la gestione emotiva diventa troppo difficile.

Ogni individuo e situazione è unica e quello che funziona per uno potrebbe non essere adatto per un altro.
Mantenere una comunicazione aperta con i professionisti sanitari e sperimentare con diverse strategie può aiutare a trovare le soluzioni più efficaci per gestire la stomia quotidiana.
Per questo vi rimandiamo al gruppo “supporto, ascolto e confronto” e al relativo articolo di approfondimento:

Gruppi di sostegno per stomizzati: panoramica completa

Testimonianze

“I vostri prodotti sono eccezionali, lo dico veramente, a mio padre è passato un eritema che aveva da anni sul braccio! Grazie di Cuore!”

Gianluca R.

“Assolutamente sì! Anzi, ti dirò, perfino meglio, la pelle rimane morbida e ben idratata. Sono molto soddisfatta, tanto che lo uso anche come detergente intimo! ☺

Federica M.
Federica M.

“Ottimo prodotto! Lo uso da pochissimo, e già ha contribuito, ad esempio, a diminuire di molto il prurito locale! Credo che non ne farò più a meno ?

Eriola G.

“Ottimo prodotto! il prezzo è molto accessibile.”

Mary

Dermodetergente per la perfetta e naturale igiene dello stoma

Testimonianze

“I vostri prodotti sono eccezionali, lo dico veramente, a mio padre è passato un eritema che aveva da anni sul braccio! Grazie di Cuore!”

Gianluca R.

“Assolutamente sì! Anzi, ti dirò, perfino meglio, la pelle rimane morbida e ben idratata. Sono molto soddisfatta, tanto che lo uso anche come detergente intimo! ☺

Federica M.
Federica M.

“Ottimo prodotto! Lo uso da pochissimo, e già ha contribuito, ad esempio, a diminuire di molto il prurito locale! Credo che non ne farò più a meno ?

Eriola G.

“Ottimo prodotto! il prezzo è molto accessibile.”

Mary

Bioderm Kit di Assistenza Domiciliare – L’igiene Professionale a Casa